Capitolo

5

L'età dell'umanesimo

Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata


Note a questo paragrafo:





più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo
(completa di note)


Matteo Palmieri

(nota al capitolo 5, paragrafo 1)

MATTEO PALMIERI è uno dei principali esponenti dell'interpretazione etico-civile dell'umanesimo che si concretizza in lui nell'affermazione dell'utilità del sapere, del culto dei valori della famiglia, dell'inscindibile rapporto tra virtù civili e virtù morali.
Fiorentino, svolse attività politica e ricopri importanti cariche (priore, gonfaloniere di giustizia, ambasciatore).
Oltre al trattato sulla Vita civile, che risente delle letture classiche ma anche della sua personale esperienza di uomo, è autore di numerose opere storiche e di un poema in terzine, la Città di vita, in cui sostiene che le anime sono da identificarsi negli angeli che rimasero neutrali nella lotta tra Dio e Lucifero ed esalta la volontà umana che opera nell'ambito sociale e si rende così degna del premio celeste.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo
(completa di note)