Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Albertino Mussato

(nota al capitolo , paragrafo 1)

La produzione letteraria e la fervida partecipazione alla vita politica assicurarono al padovano ALBERTINO MUSSATO l'ammirazione e la stima dei suoi concittadini che nel 1315, tra grandi manifestazioni di plauso, vollero incoronarlo di edera e mirto.
Ambasciatore presso Bonifacio VIII e Arrigo VII, podestà di Lendinara, esecutore degli ordinamenti di giustizia a Firenze nel 1309, il Mussato difese con le armi e con la penna la sua città contro le minacce di Cangrande della Scala. Quando Padova cadde sotto la tirannia di Marsilio da Carrara, fu confinato a Chioggia e qui morì nel 1329.
Oltre alla tragedia Ecerinis che risente dello studio del teatro senechiano, il Mussato è autore di Soliloquia (elegie e carmi religiosi) e opere storiche scritte sul modello di Livio (Historia Augusta sulla spedizione in Italia di Arrigo VII e De gestis Italicorum post mortem Henrici VII sugli avvenimenti occorsi dal 1313 al 1329).

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo