Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


S. Caterina da Siena

(nota al capitolo , paragrafo 1)

La fondamentale disposizione mistica si accompagnò sempre in CATERINA DA SIENA, nata Caterina Benincasa, ad un'indole fiera e battagliera e ad una urgente sete di azione che la indussero ad impegnarsi nei più gravi problemi politico-religiosi del suo tempo.
Nata da umile famiglia, ad appena sedici anni entrò nell'ordine delle Mantellate e per tre anni visse nella sua casa una vita di penitenza e di clausura. In seguito, spinta da un'ardente ansia di apostolato e di carità e convinta che «nel tempo delle necessità» occorresse «combattere virilmente», si dedicò all'assistenza dei malati e dei poveri e dispiegò una intensa attività mirante a rinsaldare i fondamenti della fede cristiana e a realizzare la pace nel mondo: nel 1376 fu ad Avignone per chiedere al papa pace a favore dei fiorentini, nel '77 cooperò al ristabilimento della sede papale a Roma, nel '78 — due anni prima della morte — si schierò risolutamente dalla parte del pontefice Urbano VI per tentare di impedire lo scisma di Occidente.
Scritte senza intenzione di arte e da chi aveva scarsa cultura, animate da un tono che è umile e autoritario al tempo stesso, le opere di S. Caterina — 381 lettere e il Dialogo della divina Provvidenza — furono dettate ai discepoli e ci sono giunte in testi non del tutto sicuri per i rimaneggiamenti subiti ad opera dei primi raccoglitori.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo