Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Folgore

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Pochissime e incerte sono le notizie sulla vita di GIACOMO DI MICHELE DA SAN GIMIGNANO detto FOLGORE, che si caratterizza nell'ambito della poesia realistica del tempo in quanto non rappresenta il beceresco mondo della taverna che ritroviamo nei sonetti di Cecco Angiolieri e di Rustico di Filippo ma la vita festevole e gaudente di una «brigata nobile e cortese», intesa a un ideale di buon gusto e di mondana eleganza.
Folgore fu al servizio del suo Comune come fante, nella guerra contro Pistoia del 1305, e come cavaliere, e morì prima del 1332. Dei 32 sonetti che di lui ci rimangono, interessanti anche dal punto di vista documentario e forse scritti fra il 1309 e il 1317, ricordiamo le due raccolte o corone dette rispettivamente «dei mesi» (14 componimenti) e «della settimana» (8 sonetti): in esse, in uno stile vivace, tendente alla creazione di un'atmosfera melodiosa e sognante, si consigliano piaceri e divertimenti suddivisi secondo i giorni e i mesi dell'anno.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo