Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Cecco Angiolieri

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Scarse e non sempre sicure sono le notizie che abbiamo sulla vita di CECCO ANGIOLIERI, il più celebre dei rimatori realistico-borghesi: discendente di cospicua famiglia guelfa, fu multato più volte per aver disertato durante azioni di guerra e nel 1291 fu implicato nel processo per il ferimento di un certo Dino di Bernardino da Montelucco.
Queste notizie, forniteci dai documenti del tempo, concordano con l'immagine di uomo irrequieto e insofferente che si ritrova nel suo canzoniere, anche se appare ormai superata la tendenza — sostenuta dal D'Ancona — ad interpretare in chiave autobiografica le rime dell'Angiolieri. Conobbe Dante con cui ebbe una «tenzone» poetica e rappresentò la vita in una costante deformazione parodistica e iperbolica che rivela, però, una «attitudine mimica e plastica singolarmente efficace» (Sapegno).
Sul numero e l'autenticità delle rime dell'Angiolieri ancora si discute e il problema sembra di non facile soluzione: gli sono stati attribuiti 150 sonetti, ma sembra che solo 112 siano sicuramente suoi.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo