Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Emilio Praga

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Nato a Gorla da famiglia benestante, EMILIO PRAGA trascorse un'adolescenza serena, rivelando ben presto predisposizione alla pittura e alla letteratura e intraprendendo fra il '57 e il '59 viaggi in Svizzera, Francia, Olanda (ce ne ha lasciato notizie in una sorta di giornale di viaggio, intitolato Schizzi a penna).
La morte del padre e la rovina dell'azienda domestica lo costrinsero a cambiare sistema di vita e a cercare mezzi per provvedere alla famiglia, ma l'abuso di stupefacenti e bevande alcooliche minarono gradualmente la sua salute, riducendolo in condizioni pietose e portandolo alla morte. Praga si cimentò con scarsa fortuna nella produzione teatrale e lasciò incompiuto un romanzo, Le memorie del presbiterio, continuato e pubblicato nel 1881 da Roberto Sacchetti.
La sua fama, però, è affidata soprattutto alle raccolte di versi: in esse la critica ha in genere distinto vari momenti che coincidono rispettivamente con il macchiettismo idillico e paesaggistico di Tavolozza (apprezzato da Croce e Nardi), il satanismo macabro e dissoluto di Penombre e il tentativo di ritrovare una interiore serenità in Trasparenze.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo