Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Ippolito Pindemonte

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Discendente di nobile famiglia, di carattere mite e garbato, alieno dalle polemiche, IPPOLITO PINDEMONTE godé della stima di letterati (fra cui Monti, Bettinelli, Foscolo — che gli dedicò i Sepolcri —) e fu brillante e ricercato frequentatore di salotti mondano-letterari (come quello di Isabella Teotochi Albrizzi, che di lui scrisse un ritratto elogiativo).
Dopo aver studiato a Modena, alternò lunghi e tranquilli soggiorni a Verona, dedicandosi alla vita mondana e all'attività letteraria, a viaggi per l'Italia e l'Europa (1788-90).
Mantenne un atteggiamento distaccato di fronte ai grandi eventi politici dei suoi tempi. Di sensibilità tenera e meditativa, rifuggì nelle sue opere dalla tensione drammatica, ma nella vecchiaia si vantò di aver preannunziato i modi del romanticismo.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo