Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Carlo Botta

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Studioso di classici e illuministi, entusiasta delle idee della rivoluzione francese, CARLO BOTTA fu incarcerato sotto il regno di Vittorio Amedeo II e riparò in Francia per sfuggire alle persecuzioni.
Tornato in Italia con le armate napoleoniche, fu membro del governo provvisorio del Piemonte e, dopo l'annessione alla Francia (1803), si stabilì a Parigi (in Francia rimase quasi ininterrottamente fino alla morte); deputato nel Corpo legislativo, perdette fiducia in Napoleone.
Fu fautore di una lingua non contaminata da espressioni straniere (la cura linguistica è per lui espressione di amore di patria) e una sua opera, la Storia d'Italia dal 1789 al 1814, fu premiata dalla Crusca nel concorso cui Leopardi partecipò con le Operette morali.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo