Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Carlo de' Dottori

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Nato a Padova nel 1618, CARLO DE' DOTTORI trascorse la giovinezza dedito agli studi e alla vita mondana. Ammiratore di Testi e polemico con i marinisti, dopo essersi affermato come scrittore cercò di inserirsi nelle corti (molte delle sue liriche sono di carattere encomiastico) e trovò illustri protettori nella principessa Eleonora di Mantova, nel cardinale Rinaldo d'Este — presso il quale fu segretario a Roma — e in Leopoldo di Toscana. Morì a Padova nel 1685.
Oltre l'Aristodemo, già scritto nel 1654 e rielaborato per consiglio di letterati amici come Ciro di Pers (secondo Getto il protagonista della tragedia ricorda la figura tetra e orgogliosa del principe-padre del romanzo manzoniano), compose, e in alcuni casi non pubblicò, altre opere quali il romanzo Alfenore, il poemetto mitologico Galatea, drammi, melodrammi, il poema eroicomico L'Asino e rime.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo