Capitolo


PREMIO ANTONIO PIROMALLI
2019
PER TESI DI LAUREA MAGISTRALE O DOTTORATO DI RICERCA

- CENTRO INTERNAZIONALE SCRITTORI DELLA CALABRIA
- FONDO ANTONIO PIROMALLI ONLUS

Scarica il bando completo


Puoi sostenere il FONDO ANTONIO PIROMALLI onlus
e questo sito mediante il
CINQUE x MILLE:
Nel Modello UNICO, o nel 730, o nel CUD, puoi
METTERE LA TUA FIRMA nel riquadro dove c'è scritto
"Sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale",
e SCRIVERE il codice fiscale
97529520583

Ricerca


Elenca le ricorrenze per paragrafo della parola ricercata
Elenca tutte le ricorrenze della parola ricercata






più grande normale più piccolo
Versione stampabile di questo paragrafo


Traiano Boccalini

(nota al capitolo , paragrafo 1)

Nato a Loreto nel 1556 e morto a Venezia nel 1613, amico di Sarpi e Galilei, TRAIANO BOCCALINI fu spirito inquieto e anticonformista.
Fautore della politica del duca di Savoia Carlo Emanuele I e pieno di sdegno contro gli Italiani accomodanti e avviliti nella servitù, Boccalini è ricordato, oltre che per gli scritti di carattere politico, per i Ragguagli di Parnaso. Si tratta di un'opera in cui l'autore, fingendo di essere il cronista delle discussioni (su arte, politica, costume) tenute nel regno di Apollo, esprime le sue idee e i suoi umori in pagine piene di pungente polemica contro i governi assolutisti, i pedanti, gli aristotelici, i petrarchisti, la futilità di tanta letteratura contemporanea.
Della critica boccaliniana, De Sanctis notò che manca di creatività e nasce da un semplice sentimento di resistenza e opposizione, ma nei Ragguagli (il genere ebbe fortuna e si moltiplicarono nel Seicento le relazioni dal Parnaso) non mancano pagine felici, che rivelano una personalità vivace, pur nelle sue bizzarrie e stravaganze.

Torna al testo del paragrafo
Versione stampabile di questo paragrafo